Tag articolo: Nubifragio lampedusa

Sconcerto e rabbia per il naufragio a Lampedusa…

di , 5 Ottobre 2013 14:33

Insieme ad altre associazioni, alla Caritas di Prato e di Firenze abbiamo pensato fosse doveroso esprimere il nostro pensiero su quanto accaduto, diffondendo questo comunicato stampa. Importante  firmare l’appello promosso da Melting Pot per aprire un canale umanitario per i rifugiati.

Di fronte a questa ennesima tragedia ci sentiamo nuovamente impreparati e disarmati. Negli anni tutti noi abbiamo lavorato e costruito delle relazioni di prossimità e di condivisione con i nostri fratelli africani, soprattutto in Eritrea, impegnandoci a rendere un po’ più dignitosa quella vita che, in qualunque parte del mondo sia, richiede rispetto e sostegno, costi quello che costi.
Crediamo fermamente che queste persone non siano morte invano, il loro grido disperato deve servire per risvegliare le nostre coscienze, vogliamo chiedere ai responsabili delle nazioni di rendere più umane le leggi che regolano il rapporto nord e sud del Mediterraneo, serve un impegno comune per rendere il Corno d’Africa vivibile e per risolvere la difficile situazione politica in Eritrea, contrastare la fame in Etiopia e far cessare la guerra in Somalia. Bisogna lavorare per prevenire le cause di cosi tanta disperazione e per far cessare il dilagante fenomeno del traffico di esseri umani.
Ogni anno, e sempre più spesso con intervalli sempre più brevi, assistiamo a queste tragedie, ma poi tutto finisce nel dimenticatoio; le mamme, le mogli, i mariti, i figli che hanno perso i loro cari in mare continuano a piangere, continuano a chiederci perché è successo tutto questo, dove è finita la solidarietà, la protezione dei profughi e rifugiati, continuamente esposti al pericolo certo della tratta.
Sentiamoci una sola famiglia, perché è questo che siamo, perché la nostra vita assume un vero senso se lo sguardo si apre intorno a noi e si accorge che non siamo soli. Un avvenimento come questo rappresenta un forte richiamo alla responsabilità che ciascuno di noi ha verso la società locale e mondiale. Chiediamo quindi con fermezza che i nostri politici a livello nazionale ed europeo agiscano in fretta, si è già perso molto tempo prezioso che avrebbe salvato molte di queste vite umane.

Gruppo Missionario Shaleku - via di Gherardo, 16 Prato

per eventuali donazioni: BANCA POPOLARE ETICA - Filiale di Firenze -EU IBAN: IT45 G050 1802 8000 0000 0120 997